Tutti ormai conosciamo Ebay e molti hanno già avuto l’esperienza di fare un acquisto su questa piattaforma, cercando di aggiudicarsi un oggetto all’asta.  Può accadere abbastanza frequentemente che l’asta superi il prezzo che noi siamo disposti a pagare per l’acquisto. La sensazione più frustrante invece, e molti sicuramente l’hanno provata, si sperimenta quando l’oggetto del nostro desiderio ci viene “soffiato” all’ultimo minuto, se non all’ultimo secondo, da un offerente che se lo aggiudica per 50 centesimi in più rispetto alla nostra ultima puntata: e allora ci rimaniamo di sale.

Per ovviare alla frustrazione, ed anche per riuscire finalmente ad effettuare il nostro agognato acquisto, è possibile usare la tecnica dello sniper , che in inglese significa cecchino.   Lo scopo è quello di effettuare la puntata per la nostra asta negli ultimi secondi prima della chiusura, e non prima.

Questa modalità permette non solo di avere maggiori probabilità di aggiudicarsi l’asta, ma anche di non fare salire il prezzo della stessa: infatti se ad esempio un oggetto ha un prezzo di partenza di 1 euro ed un partecipante pone la sua offerta di 1,50 euro già alcuni giorni prima del termine dell’asta, si innesca un meccanismo al rialzo che fa lievitare in breve tempo la quotazione dell’oggetto, nel caso ci siano più persone interessate all’acquisto.  Naturalmente questo è il meccanismo sia tecnico che psicologico, che fa innalzare le quotazioni, e quindi il prezzo di acquisto di un oggetto, che può spesso raggiungere livelli anche molto più elevati del valore reale di mercato.  Se da una parte una vendita all’asta ci può far risparmiare, dall’altra corriamo anche il rischio di essere emotivamente coinvolti e spendere una cifra maggiore del reale valore.

Il meccanismo di Ebay prevede che quando facciamo una offerta, possiamo anche indicare il prezzo massimo che siamo disposti a pagare per quell’oggetto, e la piattaforma provvederà ad effettuare un rialzo automatico della nostra offerta  per permetterci di aggiudicarci l’asta, fino al tetto massimo che noi abbiamo indicato:  gli altri utenti e partecipanti all’asta non vedranno se è stato utilizzato questo meccanismo e non sapranno neppure qual è il tetto che io ho fissato.  In questo modo se la mia offerta massima che ho predeterminato è superiore a tutte quelle degli altri partecipanti (offerte effettuate e programmate), in questo caso mi aggiudicherò l’asta.  Questo meccanismo ci permette di impostare la nostra asta e di non doverla seguire momento per momento, ma semplicemente di stabilire quanto al massimo siamo disposti a pagare: ovviamente può anche accadere che ci aggiudichiamo l’oggetto per una cifra inferiore a quella massima da noi indicata.

Nonostante questi meccanismi,  i momenti più cruciali e decisivi sono gli ultimi minuti, e gli ultimi secondi prima del termine: non è difficile perdere un’asta per una manciata di centesimi soltanto perché un altro partecipante è riuscito a fare l’offerta determinante e decisiva 10 secondi prima del termine.

Questa tecnica è chiamata sniper (cecchino) in quanto possiamo sparare magari un solo colpo, che però centra il bersaglio.   La migliore applicazione di questa tecnica è quella di non fare alcuna puntata se non negli ultimi secondi: questo permette,  come abbiamo detto prima, di non fare alzare il prezzo e quindi di acquistare al prezzo più basso possibile.    Per automatizzare questa tecnica e quindi evitare di dover inseguire le chiusure delle aste a qualsiasi ora del giorno e della notte ed evitarci lo stress da ultimo secondo, sono state sviluppate già da tempo alcuni software che fanno tutto questo per noi.  Uno dei più validi è stata Lastminute bidder  della Paragon, che però da qualche anno non ha più aggiornato questo programma.

Alcuni siti offrono questo servizio  online, generalmente a pagamento,  ma  io personalmente non sarei molto entusiasta di consegnare al gestore di un sito le mie password di accesso ad Ebay.

Tra i software che gestiscono lo sniper, uno dei più efficaci è  JBidwatcher, completamente gratuito. E’ disponibile in inglese, ma questo non dovrebbe creare grosse difficoltà.

Sono disponibili anche le versioni per Linux e per Mac. La versione per Windows è una stand alone che non richiede installazione.  Dopo aver lanciato il programma, possiamo iniziare a configurarlo con le varie opzioni, inserendo la piattaforma Ebay che utilizziamo, di norma Ebay.it, e le modalità dello sniping, stabilendo a quanti secondi dalla fine deve essere effettuata la nostra offerta. Vi sono tanti altri parametri,ma di norma quelli di default possono essere lasciati invariati.

A questo punto sarà sufficiente copiare il numero dell’articolo che stiamo osservando e verranno importate nel programma tutte le informazioni relative.   Indichiamo  la nostra puntata massima ed il software provvederà negli ultimi secondi a fare l’offerta minima necessaria, che comunque non supererà il limite da noi indicato, per aggiudicarci l’asta.  Fatto questo, possiamo dedicarci tranquillamente ad altro, avendo cura di lasciare il nostro pc acceso ed il programma aperto.

Possiamo personalizzare al massimo le impostazioni del programma in modo che vengano visualizzate a nostra scelta le informazioni riguardo all’asta, che sono veramente tante.

Naturalmente possiamo tenere sotto controllo contemporaneamente , effettuando o meno le puntate,  quante aste vogliamo.

Per tutte le altre caratteristiche vi rimandiamo alla pagina di JBidwatcher , dalla quale potete scaricare il programma.

A questo punto, buone aste a tutti.

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,

2 Commenti

  1. Eugenio Eugenio scrive:

    Vero !! specialmente il passaggio che mette in guardia sulla possibilità di acquistare in asta anche a prezzi maggiori del valore del bene. Il meccanismo psicologico dell’asta è davvero curioso.
    Ho visto scendere dall’asta una bicicletta senza nessuna offerta, poi pochi minuti dopo risalire, il bravo battitore ha abbassato la richiesta iniziale e il prezzo ha velocemente raggiunto il triplo di quello iniziale del primo giro. Con soddisfazione di tutti.

  2. Ivo scrive:

    Io preferisco usare un altro sniper che permette di fare offerte su eBay, ma anche su Delcampe: http://www.snippys.net, e si può provare gratuitamente!

Lascia un commento


Immagine CAPTCHA
*