Utilizzare le macro in Firefox , Explorer e Chrome e velocizzare il lavoro (programma gratuito in italiano)

Quando navighiamo in rete o lavoriamo con il nostro browser, molto spesso eseguiamo operazioni frequenti e ripetitive, come ad esempio aprire alcune specifiche pagine e/o finestre, compiere determinate ricerche ecc…  Questo lavoro, molto spesso noioso, proprio perché ripetitivo, può essere molto facilmente automatizzato grazie all’utilizzo di un componente aggiuntivo gratuito, disponibile sia per Firefox che per Explorer e Chrome, che permette di registrare queste operazioni  e di farle eseguire in automatico mediante delle macro.

Cosa sono le macro? Qualcuno le avrà utilizzate ad esempio nei fogli di calcolo di Excel o in altri programmi, come database o simili.  La macro è un procedimento sostanzialmente semplice per mezzo del quale si attiva un processo che registra in un file tutte le operazioni che andremo a compiere dopo aver premuto il tasto “registra” e finchè non premeremo il tasto “stop”, come in un qualsiasi registratore.

Dopo aver salvato il file, è possibile di conseguenza eseguirlo ed il computer compirà esattamente le operazioni ed i passaggi che abbiamo registrato.  Una macro, dopo che è stata salvata, può anche essere modificata e, naturalmente, anche cancellata.

Per le operazioni che compiamo in browser come Firefox , Explorer o Chrome possiamo utilizzare il componente aggiuntivo iMacros che ci permette appunto di creare delle macro.

L’utilizzo è molto semplice e per illustrarlo prenderò ad esempio la versione per Firefox, che è il mio browser preferito. Per gli altri browser non ci sono differenze particolari e naturalmente sarà sufficiente scaricare ed installare il componente aggiuntivo per il browser che intendiamo utilizzare.

Dopo aver installato iMacros, avremo nella barra superiore una icona, cliccando la quale andremo ad aprire il menù di utilizzo di iMacros: nella parte superiore visualizziamo tutte le macro già salvate (sono inclusi alcuni esempi di default) che possiamo selezionare e lanciare.

Al di sotto troviamo i comandi per registrare una nuova macro o modificarne una già salvata, oltre alla opzione che determina quante volte di seguito debba essere eseguita.

L’utilizzo che possiamo fare è determinato dalle nostre esigenze: qualsiasi flusso di operazioni che siamo soliti compiere frequentemente, può essere semplificato ed automatizzato con questo componente aggiuntivo gratuito. Sono disponibili a pagamento anche le versioni Pro, con funzionalità aggiuntive, come ad esempio la possibilità di eseguire le macro con comandi esterni, vale a dire non da dentro il browser, procedura che può essere utilizzata all’interno di altri programmi applicativi o gestionali, utilizzo comunque non solitamente frequente per l’utente medio.

Buone macro a tutti!

Post correlati:

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,