La novità ci giunge da una università canadese, che ha prodotto un telefono cellulare sottile e flessibile come un foglio di carta, da cui il nome di Paperphone.