CCleaner è un piccolo ma potente software in grado di eseguire numerose funzioni per ripulire il nostro pc da tutti i file che rimangono nel susseguirsi d’installazioni e disinstallazioni di programmi. CCleaner è anche in grado di alleggerire il sistema rimuovendo anche tutti i file delle applicazioni che non sono più utilizzati e di risolvere i problemi al registro di sistema, in modo da rendere Windows più performante.

Questo software, gratuito e completamente in italiano, viene aggiornato frequentemente,  circa una volta al mese e questo garantisce un’elevata efficacia nel supporto alla pulizia di nuovi programmi, correzione di errori, ottimizzazioni del software ecc. Nella sezione download di TrovaRisorse troverete sempre l’ultima versione disponibile, costantemente aggiornata.

Oltre a queste operazioni di ottimizzazione, con CCleaner si possono anche cancellare dischi, che siano chiavette USB o hard disk interni ed esterni, in modo sicuro, in modo tale per cui i dati non possano essere recuperati mediante l’utilizzo di software specifici.

Per utilizzare al meglio CCleaner e tutte le sue funzionalità,  qui di seguito vi forniamo una semplice guida.

Una volta installato e avviato, il software si presenterà come nell’immagine sottostante. Nella parte alta ci verrà mostrata a grandi linee la configurazione del nostro computer: sistema operativo, processore, ram e scheda video.

Nella schermata “Pulizia” sarà possibile scegliere cosa cancellare, da quali applicazioni e da quali componenti di Windows. Premendo sul pulsante “Analizza” verrà riportato quanto spazio occupa effettivamente ciascuna voce selezionata e premendo poi sul bottone “Avvia Pulizia” saranno cancellati tutti i file selezionati.

Passando alla schermata “Registro” si apre una schermata nella quale basterà selezionare quali voci controllare alla ricerca di eventuali problemi. Di default sono selezionate tutte e noi consigliamo di non cambiarle. Una volta premuto il bottone “Trova Problemi” verranno visualizzate tutte le voci superflue ecc. e ad analisi completata diventerà cliccabile il bottone “Ripara selezionati…” che una volta premuto ci chiederà se vogliamo fare il backup del registro (noi consigliamo di farlo sempre, per sicurezza) e poi si procederà alla pulizia. Con quest’operazione il sistema diventerà più reattivo. Consigliamo di eseguire la scansione due volte perché spesso la seconda volta vengono evidenziati ancora degli errori.

La scheda successiva che troviamo è “Strumenti” dove ci sono quattro utili funzionalità. “Disinstallazione Programmi” rappresenta un’alternativa al classico installazioni/applicazioni di Windows e in più ci permette di rinominare i programmi. “Avvio” invece mostra tutti i programmi che vengono caricati all’avvio del sistema operativo ed è molto utile per velocizzare il boot, ogni voce, infatti, può essere cancellata, disattivata e riattivata. “Ripristino Sistema” mostra tutti i punti di ripristino di sistema creati e permette di eliminare i più vecchi per liberare spazio sul disco, data la notevole dimensione dei suddetti punti di ripristino che vengono creati in automatico. L’ultimo strumento, “Bonifica Drive”, è quello di cui parlavamo in precedenza: permette di ripulire i dischi in modo sicuro scegliendo il metodo di sovrascrittura da utilizzare (questo processo richiede molto tempo per essere portato a termine, soprattutto su dischi di grandi dimensioni). È possibile scegliere se pulire tutto il disco (perdendo tutti i dati in esso salvati) o solo lo spazio libero.

Infine nella scheda “Opzioni” sarà possibile scegliere il tipo di cancellazione predefinita e altre configurazioni del programma come l’avvio automatico all’accensione del computer.

Il download è disponibile in questa pagina.

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Immagine CAPTCHA
*