AMD ha reso oggi disponibile il download dei nuovi driver video per schede grafiche ATI Radeon™ HD dalla serie 2000 in avanti, per sistemi operativi Windows e Linux.

Nei sistemi Windows la versione 10.7 introduce il supporto per la decodifica hardware attraverso la GPU dei video in formato H.264 tramite VLC 1.1.1 per le schede serie HD 4000 e HD 5000. Questa nuova feature era molto attesa da tutti i possessori di schede video ATI; l’avevamo preannunciata nell’articolo Vlc 1.1.0 ora con accelerazione hardware ; ricordiamo che in VLC l’accelerazione hardware deve essere abilitata (le istruzioni sono indicate nell’articolo menzionato).

La release introduce anche sostanziali migliorie alla tecnologia ATI Eyefinity utilizzata con HydraVision™: quando si utilizzano display multipli e si massimizza una finestra, la compensazione della cornice può essere definita dall’utente; i box di dialogo non appariranno più in mezzo a due schermi e la posizione delle finestre, quando spostate, viene automaticamente aggiustata in modo che rimanga ben visibile la barra del titolo.

Per le schede della serie ATI Radeon™ HD 5000 è stato migliorato l’algoritmo Pull-down, in modo da garantire una visibilità migliore per certi tipi di contenuti video.

Con quest’ultimo aggiornamento per gli utenti dotati di una configurazione ATI CrossFireX™ ora è possibile ruotare i display e continuare e beneficiare delle performance offerte dalla propria configurazione ATI CrossFireX™.

Con i nuovi driver inoltre segnaliamo le seguenti migliorie con il gioco Borderlands:

Nei sistemi Linux l’aggiornamento aggiunge pieno supporto a Ubuntu 10.04 e rende inoltre possibile utilizzare una configurazione Eyefinity, in tutte le distribuzioni supportate.

È possibile effettuare il download in questa pagina.

Post correlati:

AMD Vision,arriva la versione Pro
Vlc 1.1.0 ora con accelerazione hardware
VLC ora disponibile anche per iPhone e iPod Touch

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Immagine CAPTCHA
*