Il progetto Boinc ed il calcolo distribuito: come mettere il proprio computer al servizio della ricerca

logo boinc

Negli anni 90 si è cominciato a parlare del progetto Seti, acronimo di Search for Extraterrestrial Intelligence.Tale progetto, lanciato dall’Università di Berkeley, è nato con lo scopo di analizzare i segnali provenienti dal radiotelescopio di Arecibo, a Porto Rico, per verificare la presenza in questi segnali di emissioni che facciano dedurre la presenza di forme di intelligenza extraterrestri nello spazio. Un’eventuale scoperta di questo tipo rivoluzionerebbe le nostre conoscenze. La mole di segnali da analizzare è immensa e richiederebbe un calcolatore di enormi prestazioni e di costi elevatissimi. Per questo è nato il progetto Seti@home, che utilizza il sistema del calcolo distribuito: in questo modo si riesce a raggiungere una potenza di calcolo veramente elevata, attraverso una fitta rete di volontari che mettono a disposizione il loro computer per queste elaborazioni.

Il sistema è molto semplice: ogni utilizzatore di personal computer nel mondo (quindi anche chi in questo momento sta leggendo queste righe), può aderire al progetto ed installare un semplicissimo software che gestisce l’elaborazione di questi dati.  I dati da elaborare sono strutturati in Work Unit, cioè unità di lavoro, che vengono scaricate sul personal  computer, elaborate anche offline e successivamente reinviate al mittente. Il software di gestione,  Boinc manager, provvede ad utilizzare la CPU secondo i parametri scelti dall’utente per quanto riguarda la percentuale utilizzata ed il  carico di lavoro assegnato al processore.  Praticamente viene utilizzata a questo scopo quella parte di CPU che non stiamo utilizzando per il nostro lavoro ordinario con il computer.

In pratica l’utente non riscontra alcuna sensibile variazione delle prestazioni del personal computer.

A seguito del progetto Seti@home sempre da parte dell’Università di Berkeley (California), è stato sviluppato il software  Boinc, che sta per Berkeley Open Infrastructure for Network Computing,

Molti progetti sono stati creati ed aggiunti, sia nel campo della pura ricerca, che nel campo della medicina, dello studio delle variazioni climatiche e di tutte le scienze in generale.

Ogni utente può scegliere a quali e a quanti progetti collaborare, ed il software provvede a gestire il flusso dei dati. Si tratta di una nuova forma di volontariato, che non ci costa nulla e che può veramente produrre un grande beneficio all’umanità, della quale ognuno di noi fa parte. I progetti di questo tipo non sono ovviamente a scopo di lucro, anche se esistono alcuni progetti lanciati da privati, che hanno finalità differenti.    Ogni utente riceve dei crediti, proporzionalmente al lavoro svolto, che stanno a testimoniare la partecipazione al progetto. In molti casi è anche possibile ottenere un attestato ufficiale di partecipazione. In rete sono nati dei gruppi e dei forum che raccolgono quanti partecipano al calcolo distribuito.

Uno dei più importanti e frequentati in Italia e BOINC.Italy, del quale anche io faccio parte (come user Maurimai) insieme a Talon, l’altro amministratore del sito Trovarisorse.   Sul sito di BOINC.Italy potete trovare tante informazioni utili sia sui progetti in corso ai quali potete contribuire, sia sul software da scaricare che su tutto quanto riguarda questo argomento.  Il sito inoltre esamina i differenti progetti, indicando quelli consigliati,  che non hanno finalità di lucro, ma che contribuiscono alla lotta contro gravi malattie o al miglioramento delle condizioni di vita dell’uomo.  Se l’utente partecipa ad un progetto anche come appartenente ad un gruppo, i suoi crediti, oltre ad essergli attribuiti personalmente, vanno ad incrementare i crediti totali del gruppo.   E’ una sana competizione che porta ad ottenere maggiori risultati per il bene di tutti.   Adesso che siamo tutti più informati,  sarà più difficile non partecipare almeno ad uno di questi progetti.  Per maggiori informazioni, e per condividere questa esperienza, vi invito a visitare il sito di BOINC.Italy.

Quindi, buone elaborazioni!!!

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,