L’acqua ufficiale del Giro d’Italia 2010 presenta una particolarità molto interessante: è confezionata in bottiglie in plastica,  completamente biodegradabili e riciclabili, in quanto costituite da componenti al 100% vegetali.  Il materiale è un polimero, la cui sigla è PLA, formato da zuccheri vegetali in seguito ad un processo di fermentazione.

Si tratta dell’acqua Sant’Anna, una azienda italiana, che sta distribuendo il proprio prodotto in questo contenitore ecologico, che ha chiamato Bio Bottle. Queste bottiglie sono in formato da 500 cc e da 1,5 litri.

Ha le stesse caratteristiche di robustezza e di consistenza di una normale bottiglia in plastica ma, a differenza di queste,  si biodegrada in modo completo in circa 80 giorni e può essere anche riciclata con procedimenti chimici.  Senz’altro è un passo avanti verso lo sviluppo di tecnologie e  di nuovi materiali che tengano conto dell’impatto ambientale e della qualità di vita possibile per le future generazioni.  Il giro d’Italia è una vetrina importante e significativa per la sensibilizzazione riguardo allo sviluppo di una coscienza meno distruttiva nei confronti delle risorse naturali.

Questo prodotto ha ottenuto anche l’approvazione con il marchio CIC del Consorzio Italiano Compostatori.

Questo tipo di plastica vegetale viene smaltita attraverso la raccolta differenziata insieme ai rifiuti organici, pertanto dopo l’utilizzo andrà gettata nei cassonetti per il materiale organico.

Possiamo essere orgogliosi che una azienda italiana promuova lo sviluppo e la diffusione di materiali che salvaguardano l’integrità dell’ambiente in cui viviamo ed in cui vivranno i nostri figli.

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento


Immagine CAPTCHA
*