Android 2.3 “Gingerbread” in arrivo, ecco cosa c’è di nuovo

La notizia del nuovo Google phone (Google conferma Nexus S, il successore del Nexus One è in arrivo) viene accompagnata dall’annuncio di Android 2.3, nome in codice “Gingerbread” (pan di zenzero) del quale è appena stato rilasciato l’SDK per gli sviluppatori di applicazioni. Presto l’update sarà disponibile per numerosi smartphone, primo fra tutti il Nexus One, (per tutti gli altri dispositivi Android si dovrà attendere che i produttori come LG, Samsung, HTC, Motorola ecc. rilascino le versioni “personalizzate”) mentre il Nexus S sarà il primo dispositivo a essere venduto con Android 2.3 preinstallato.

La nuova versione introduce un’interfaccia utente migliorata: è stata semplificata e resa più veloce; la tastiera virtuale è stata ridisegnata e ottimizzata per una digitazione e una successiva modifica del testo più veloce e precisa. La funzione copia-incolla è stata affinata anch’essa: si potrà selezionare una parola premendo con il dito su di essa e selezionare la parte di testo da copiare spostando due indicatori. Infine per quanto riguarda la tastiera virtuale è stato introdotto il dizionario per correggere ancora più velocemente eventuali errori.

Nuova interfaccia grafica e tastiera, clicca sull'immagine per ingrandire

È stato aggiunto un nuovo gestore delle applicazioni per tener sotto controllo tutti i programmi aperti: sarà visualizzata la quantità di memoria occupata, la percentuale di utilizzo del processore, e l’impatto sul consumo della batteria, in modo tale che potremo così aumentare la durata della batteria, chiudendo tutte le eventuali applicazioni inutilizzate.

Le principali applicazioni standard sono state aggiornate, come ad esempio la fotocamera: ora si possono utilizzare più fotocamere, anche quella frontale se disponibile. È stato introdotto il supporto alle chiamate via internet tramite protocolli SIP e VoIP. Con il nuovo download manager è possibile accedere facilmente a qualsiasi file, che sia stato scaricato dal browser, dalla mail ecc. Tra le più importanti novità introdotte vi è il supporto alla tecnologia NFC (Near Field Communication) che, sempre a patto che sia supportata dal dispositivo, consente di utilizzare lo smartphone per effettuare pagamenti.

Per quanto riguarda il sistema in sé è stato eseguito l’upgrade del kernel Linux alla versione 2.6.35 e sono stati aggiornati i driver video OpenGL ES per incrementare le prestazioni nella grafica 3D. È stato aumentato il numero di formati video open. Sono state introdotte nuove API per l’utilizzo di moderni sensori come il giroscopio. Android 2.3 integra un’implementazione software delle API audio Khronos OpenSL ES grazie alle quali le applicazioni potranno processare nativamente input e output audio. Ulteriori  migliorie minori sono state introdotte: per la lista completa visitare questa pagina.

Post correlati:

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,