Alla scoperta di iPhone iOS 4

iOS 4, l’ultimo sistema operativo per iPhone e iPod Touch è da poco disponibile. Per eseguire l’aggiornamento è consigliabile effettuare queste semplici operazioni.

  1. Nel caso non sia ancora stato fatto, è consigliabile aggiornare iTunes all’ultima versione disponibile, ora la 9.2.
  2. Eseguire gli eventuali aggiornamenti delle applicazioni installate sul terminale.
  3. Effettuare un backup del dispositivo.
  4. Infine eseguire l’aggiornamento sempre tramite iTunes.

Ora è bene ricordare che non tutti i dispositivi possono essere aggiornati: la prima generazione di Iphone e di iPod Touch non possono essere aggiornati, l’iPhone 3G e la seconda generazione di iPod Touch possono essere aggiornati ma non godranno del supporto al multitasking, mentre iPhone 3GS e iPod Touch terza generazione saranno pienamente supportati, salvo qualche applicazione particolare,  come ad esempio iMovie.

Anche l’iPad non potrà essere aggiornato, si dovrà anzi attendere fino a settembre, è però doveroso specificare che l’iPad è già dotato iOS 3.2 e quindi supporta già il multitasking.

Passiamo ora alle principali novità introdotte da iOS 4 e analizziamole:

Smart Folder

Dato l’enorme numero di applicazioni che è possibile installare, “sfogliare” tutte le schermate Home alla ricerca di una determinata applicazione è un’operazione fastidiosa, pensando che si può arrivare fino a un massimo di 11 pagine home, per un totale di 176 applicazioni visibili. Finalmente giunge la soluzione per rimettere un po’ in ordine il nostro iPhone o iPod e sistemare tutta questa confusione. Apple ha aggiunto la possibilità di creare delle cartelle (non c’era soluzione più semplice) nelle quali raggruppare fino a un massimo di 12 applicazioni (un po’ poche a nostro riguardo). Per creare una nuova cartella basterà trascinare l’icona di un’applicazione sull’immagine di un’altra app, sarà così creata una cartella con il nome della categoria della prima applicazione selezionata. Al contrario cancellare una cartella è un processo un più macchinoso, si dovrà, infatti, estrarre ogni applicazione dalla cartella manualmente.

Ecco un esempio di Smart Folder

Multitasking

La mancanza del multitasking è sempre stata un punto di debolezza dell’iPhone perché gli altri principali sistemi mobile lo supportano da tempo. Secondo Apple il principale problema del multitasking, ed anche il motivo per cui non era implementato, consisterebbe nel fatto che più applicazioni si eseguono, più risorse (RAM, processore, batteria) si utilizzano e questo avrebbe portato a un’inefficienza generale del dispositivo. Per risolvere questo problema gli sviluppatori hanno pensato che un’applicazione non può essere eseguita in background, può però richiamare dei servizi (molto più leggeri in termini di risorse necessarie alla propria esecuzione) tramite delle API, scritti appositamente da Apple, così non c’è il pericolo che siano troppo pesanti o inefficienti. Quando un’applicazione è aperta ed è premuto il pulsante Home, questa non sarà chiusa ma passerà in background; per visualizzare tutte le applicazioni in esecuzione in background e aprirne una a scelta basterà premere il pulsante Home per due volte rapidamente.

Questi servizi sono:

  • Fast App Switching: le applicazioni passano in background ma rimangono comunque attive.
  • Localizzazione: le applicazioni (principalmente i navigatori) potranno accedere alla posizione del dispositivo rilevata tramite GPS e indicare il percorso da seguire anche se saranno in background. Quando questo servizio è attivato, sarà visibile di fianco all’icona della batteria un’icona con una freccia per 24 ore, questo indicherà all’utente che la posizione è stata rilevata. Dalle impostazioni dell’iPhone sarà possibile impostare l’accesso a questo servizio per ogni applicazione.
  • Audio: semplicemente un’applicazione può continuare a riprodurre un flusso audio, anche se è aperta una seconda applicazione, non è ancora noto come l’iPhone gestisca il possibile conflitto tra i flussi audio di più applicazioni.
  • Voice over IP: Questo servizio permette a un’applicazione di continuare le comunicazioni VoIP anche nel caso in cui sia messa in background. L’esempio più ovvio l’apertura di Skype che potrà essere poi passato in background continuando a essere collegato al servizio.
  • Notifiche Push: un’applicazione può gestire delle notifiche, tramite i server di Apple.
  • Notifiche Locali: servizio come il precedente, con la differenza che non c’è il bisogno dei server di Apple.
  • Conclusione Task: Nel caso in cui un’applicazione stia svolgendo un compito e richieda molto tempo, questa può essere messa in background senza compromettere l’esecuzione del determinato compito che sarà concluso.

Miglior gestione delle email

Se utilizzate più account, noterete subito che la cartella dei messaggi in arrivo è stata unificata tra tutti gli account, sarà però possibile visualizzare ogni account separatamente. Inoltre ora le email “botta e risposta” possono essere visualizzate in conversazioni in modo da raggrupparle. A differenza di prima è possibile gestire account multipli di Exchange e potranno essere aperti gli allegati.

iBooks

iBooks è l’applicazione presente su iPad che qui compare in versione snella, sarà però in grado di leggere file PDF e di sincronizzarsi con iPad, sincronizzerà libri e segnalibri.

Funzioni di sicurezza

E’ stata aggiunta una funzione che consente di cifrare le email con il codice PIN. In aggiunta la stessa cifratura potrà essere utilizzata anche da altre applicazioni.

Game center

Le applicazioni se opportunamente sviluppate potranno mostrare delle classifiche globali di tutti i giocatori. Gli utenti potranno invitare i propri amici a provare giochi nuovi, sfidarli e ottenere premi man mano che migliorano nel gioco.

Altre Funzioni

Elenchiamo ora le altre migliorie minori apportate al sistema:

  • Possibilità chi modificare lo sfondo della schermata home oltre a quello della schermata a schermo bloccato.
  • iOS 4 ora integra un correttore ortografico che agisce in tutto il sistema e in caso di rilevamento di errore lo evidenzia sottolineandolo e suggerendo poi la correzione più opportuna.
  • E’ stata aggiunta un’opzione (da attivare) che implementa un contatore dei caratteri digitati mentre si scrive un SMS, è poi stata inserita anche la funzione per la ricerca negli SMS.
  • Quando l’applicazione iPod è messa in background nella parte bassa del display, è visualizzata una piccola barra di controllo della musica, in più è stata implementata la gestione delle playlist direttamente su iPhone, ora sarà possibile crearne e modificarne per poi sincronizzare il tutto con iTunes.
  • Premendo due volte il pulsante Home e trascinando il dito a sinistra sarà bloccato l’orientamento dello schermo.
  • Con iOS 4 ora si possono utilizzare tastiere Bluetooth anche non Apple ma di qualsiasi altra marca, l’importante è che sia supportata l’interfaccia Bluetooth.
  • Nel calendario saranno visualizzati i compleanni dei contatti.
  • Safari fornirà suggerimenti nelle ricerche.
  • La fotocamera ora dispone di uno zoom digitale 5x e la videocamera permette di mettere a fuoco anche a video in corso toccando lo schermo tramite la funzione Tap-to-Focus.

Concludendo con l’aggiornamento verranno aggiunte più di 100 nuove funzioni e risolte 60 vulnerabilità del sistema.

Lascia un commento con Facebook:

commento/i

TAGS: , , , ,